Il Partito Democratico risponde alle accuse del segretario della Lega

// COMUNICATO STAMPA //

La sterile polemica comparsa questa mattina sui giornali online che vede per l’ennesima volta il segretario della Lega di Assisi sparare sconclusionate accuse e lamentare mirabolanti inefficienze (costantemente senza portare prove o fatti reali) verso l’operato dell’amministrazione e in particolare questa volta verso il Partito Democratico rasenta il ridicolo.

Ma come per il saluto, una risposta non si nega a nessuno, anche a chi non riesce o non vuole comprendere. Paola Vitali è un’esponente del Partito Democratico di Assisi. Il fatto che provenga dalla società civile non la identifica necessariamente estranea a un partito politico. Ma sinceramente auspicavamo che un rappresentante dell’ars politica di così alto rango questo lo sapesse. Riprendiamo la definizione di civismo data dal dizionario di lingua italiana Devoto-Oli:

“sensibilità per le esigenze della comunità in cui il cittadino vive, senso dei propri doveri di cittadino”

È un termine non relegato a rappresentare un esponente di una lista civica, piuttosto la più alta forma di politica e di attenzione nei confronti del popolo tutto. Crediamo sia un aspetto che debba essere preso in considerazione da tutte le realtà politiche. Ma a quanto pare probabilmente è un concetto che non rientra nel core-business di alcuni partiti locali. La società civile è il bacino al quale i partiti dovrebbero guardare per valorizzare quelle figure meritevoli di ricoprire i ruoli apicali delle amministrazioni locali. Distinguere in maniera così netta mondo civico e partiti politici dimostra una incosciente (o cosciente?) attitudine a separare la politica che si svolge nella stanza dei bottoni dai cittadini che si spendono nelle realtà associative, atteggiamento che non può che ledere la credibilità degli stessi partiti. Sentire poi queste parole dal partito di “prima gli italiani” sinceramente stride e non poco. Ma la coerenza è una virtù che non tutti ahinoi possiedono.

Infine gradiremmo che esponenti politici che hanno questa rilevanza prima di lanciare accuse o addurre a presunte dinamiche in maniera così netta si informino o perlomeno abbiano l’onestà intellettuale di dichiararle come supposizioni altrimenti altro non sono che prese in giro nei confronti dei cittadini. La decisione di nominare Paola Vitali assessore del Comune di Assisi non è stata presa in totale autonomia dal sindaco Stefania Proietti ma solo al termine di uno schietto e trasparente confronto di idee tra le varie forze di maggioranza. Chiediamo quindi al capogruppo della Lega in Regione di accertarsi delle affermazioni che va blaterando altrimenti consigliamo del buon sano silenzio che non guasta mai.

Partito Democratico di Assisi

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Altri articoli

Iscriviti alla nostra newsletter!