Vitali e Corazzi: la scuola al primo posto

Il tema "ripartenza nelle scuole" sarà centrale nelle politiche dei prossimi mesi. Tutto quello che è stato fatto e quello che ancora c'è da fare.
Scuola Petrignano - Assisi

// COMUNICATO STAMPA //

Apprendiamo con piacere ed entusiasmo che nelle ultime settimane i temi legati alle politiche scolastiche hanno assunto centralità nel dibattito politico cittadino dopo che per mesi, il nostro partito a livello politico la terza Commissione consiliare e la giunta a livello amministrativo, hanno cercato di promuovere un’analisi ed una riflessione in grado di garantire l’adeguato livello di priorità a quello che rappresenta senza ombra di dubbio un asset strategico per lo sviluppo del nostro Paese e delle nostre comunità.

Lo dimostra lo stesso Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) presentato dal Governo Draghi alla Commissione europea  che prevede un investimento di 30,88 Mld di euro sulla missione “Istruzione e Ricerca” di cui circa 20 riservati al “Potenziamento dell’offerta dei servizi di istruzione: dagli asili nido alle università”.

Ci preme sottolineare che i prossimi mesi su tanti temi, e su quello della scuola in particolare, saranno decisivi. Con la decisa accelerazione della campagna vaccinale, infatti, ci si avvia (speriamo in maniera il più possibile spedita) verso una normalità che, dopo questo lungo, difficile ed a tratti tragico periodo di emergenza non potrà più essere quella di prima.

Sarà questo un aspetto che caratterizzerà molti settori della nostra vita quotidiana ma che avrà nella scuola e nelle politiche educative uno dei suoi tratti distintivi e proprio per questo le amministrazioni pubbliche a tutti i livelli di responsabilità e competenza hanno il dovere di porre tutta l’attenzione necessaria affinché i nostri ragazzi possano tornare sui banchi di scuola in un contesto caratterizzato dal miglior modello organizzativo possibile e da ambienti e spazi adeguati al perseguimento degli importanti obiettivi da perseguire.

Questa Amministrazione, ed il Partito Democratico in particolare, sin dall’inizio di questa esperienza ha dimostrato grande sensibilità sul tema messo al centro della propria azione la scuola, e le politiche educative nelle sue diverse articolazioni. Sono a dimostrarlo  gli interventi effettuati fino ad ora che hanno messo in campo negli ultimi due anni più di 7.500.000,00 €, di cui:

  • 5.000.000,00 € circa per la messa in sicurezza degli edifici scolastici;
  • 290.000,00 € per l’efficientamento energetico;
  • 700.000 € per la nuova costruzione di parcheggi;
  • 700.000 € per manutenzioni straordinarie;
  • 130.000 €  per adeguamento spazi per emergenza Covid;
  • 670.000 €  per nuove realizzazioni (primo asilo nido comunale);
  • 150.000 €  per il rinnovo delle aree esterne attrezzate.

Inoltre, risultano presentate richieste per 930.000 € tramite partecipazioni a bandi.

La sollecitazione del Consigliere Antonio Lunghi risulta complessivamente condivisibile e, come riconosce lui stesso citando l’intervento dell’Assessore Capitanucci nell’ultima seduta del Consiglio comunale, rappresenta uno dei tanti dossier su cui l’amministrazione sta lavorando ormai da tempo. Ma, è bene dirlo con chiarezza, rappresenta solo uno degli aspetti che ci troveremo ad affrontare nei prossimi mesi e nei prossimi anni.

Perché all’organizzazione degli spazi ed i conseguenti interventi di edilizia scolastica, si aggiungono i riflessi che le relative scelte comportano sulla politica urbanistica della Città e delle sue frazioni, nonché la strutturale questione del costante calo delle nascite con i suoi riflessi sul sistema del dimensionamento e dell’organizzazione delle rete scolastica che richiederà scelte strategiche tra qualche anno.

Un importante ragionamento in questi termini è stato già affrontato per quanto riguarda i due plessi scolastici di Petrignano, la primaria e la secondaria di primo grado. La realizzazione dell’ampio parcheggio (in corso in questi giorni) è il primo passo verso una riorganizzazione degli spazi interni a quello che è destinato a diventare un vero e proprio “campus” dove si intersecheranno la scuola, lo sport e alcuni specifici servizi per il cittadino. Il ragionamento, come detto, è stato rivolto anche verso tutti gli altri plessi per cercare di ottimizzare gli spazi e renderli il più efficiente possibile.

È nostra intenzione affrontare questo specifico discorso insieme a tutto il Consiglio Comunale al completo in una seduta straordinaria che verrà calendarizzata a breve. Non a caso nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale del 29 aprile scorso, al quale il consigliere Lunghi era presente, è venuta proprio da noi l’idea di proporre un momento ufficiale durante il quale condividere gli interventi già messi in campo e la visione che questa amministrazione ha della scuola. Sarà inoltre l’occasione per ascoltare le sollecitazioni da parte di tutti gli organi del Consiglio.

Francesca Corazzi (PD) Presidente della III commissione consiliare
Paola Vitali (PD) Assessore alle politiche scolastiche e all’edilizia scolastica

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Altri articoli

Iscriviti alla nostra newsletter!